Cenni

Indice

Un soffio

Supina

A gambe larghe

Ti soffierei delicatamente
La figa

Larga
Aperta
Esposta

Per farti assaporare
il gusto
di non essere toccata
il piacere
della distanza

Vengo

Sulle tue labbra

Lui guarda,
Complice,
Il piacere che cola

Mentre tu,
In cerca di certezze,
Ti appigli con la mano
Al suo cazzo,
Turgido,
Umido di te

Sveglio

Eccitatissimo

Ossessivamente immaginando
I nostri corpi avvinghiati

Caldi

Sinuosi

Io
Lui
Te…
Al centro della Bramosa Attenzione dei nostri cazzi!

Se potessi

Ti leccherei tutta,
attraverserei la tua pelle con l'umidità della lingua,
mi soffermerei a mordicchiarti i graziosi capezzoli
sino all'irritazione…
mi sfregherei,
con il cazzo,
pulsante di bramosia,
su tutto il tuo corpo:
una sonda
in un territorio sconosciuto…
nella speranza
di scoprire la tua figa
grondare di piacere

Interrogato il morto, non rispose.

Era una persona simpatica
e a modo,
ma si masturbava continuamente,
si eccitava per un nonnulla,
ogni stormir di foglie gli faceva mettere mano al membro,
i raggi di sole se li faceva picchiare nell'orifizio anale per sentirsi puro

Ci mancherà,
A suo modo

In questo momento verrei lì,

dormiveglia.jpg

al buio,
a mettertelo in bocca…
Un Cazzo,
Qualunque,
la sua Essenza pulsante…
Il suo sapore…
Anonimo…
Da succhiare…
Mentre la tua figa cola,
Bramosa…
Disponibile… A Tutto
Disponibile… A Tutti

C'è sborra ovunque

Sul tuo corpo

Il tuo appagato adagiarti

Rammenta il divino

Durante tutta la partita a ping-pong,

Al parco,
Con la giovane coppia,
Mi son chiesto:
"Chissà come sarebbe scoparci insieme".
È stato piacevolmente
E moderatamente
Eccitante;
Ha reso l'incontro… Speziato

Io & Lui eravamo in sala

Discutevamo amabilmente

Tu eri in cucina,
Preparavi
A suon di musica…
Ad un certo punto
Vieni
Di là
(che avevamo messo lì una credenza)
A prendere qualcosa
Ed eri allegra,
Danzavi
Nuda
Sorridente…
Risplendevi

Meravigliato stupore
Allegra simpatia
Confusa eccitazione
Gli ingredienti del mio ribollire

Densa armonia nell'aria

Percorsi Interiori:

attraversamenti sensoriali di liberazione corporea

O qualcosa di simile,
provando ad invertirne arbitrariamente l'ordine degli operatori linguistici,
in modo tale da cortocircuitare i sensi
lasciandone invariato il liberatorio risultato…

Guardavo

Tra la gente

Scrutavo

Titillavo la mia immaginazione
Fiutando a chi,
Per gioco,
Ti sarebbe potuto piacere
Succhiarlo

E poi
Ronzare lì intorno
In una danza di occhieggiata seduzione

Vorrei leccarti tutta

Sbavandoti
Mentre quella cappella
S'avvicina
Alla tua figa
Che cola

Quando hai preso il cazzo

In bocca

Ti guardavo il viso

Mentre lo leccavi

In pineta

Universi di piaceri

Spalancati

Certo che

Da soli
Sotto la tenda
Pare uno spreco
Ma,
In fondo,
È una condizione ideale per phantasticare mondi possibili
E,
Si sa,
Il cervello è il principale organo libidinale

questa NON è una mano!

558e1720c7d3e7d6.jpeg

Ma lo è per chi,
desiderosamente predisposto(o|a),
si abbandonerà a farsi accarezzare,
come & dove vuole,
con la sinuosa l e n t e z z a e p r o f o n d i t à che più l'aggrada;
per scendere nel… brrrivido

Il sudore

rimanda a corpi che sinuosamente scivolano, a lingue che li attraversano assaporandoli, comunquemente pure gli altri liquidi corporei mi eccitano; oltre a quelli orgasmici (sia maschile che femminile) mi attrae anche il piscio (sia attivo che passivo)… Quando scorre, caldo, sul corpo lo stuzzica, nel sentire…

Che bel caldo che fa

64b69fc949642d8d.jpeg

Sebbene il caldo abbia una sua oggettività mantiene comunque una buona dose di relatività nella sua percezione:

ad esempio,
sdraiati,
sotto una tenda,
al mare,
con un libro porno e uno d'architettura tessile (nomade) tra le mani
è una cosa piacevole.

Mordo chiappe

Riempiendomi la bocca

Famelico

Lo succhio

con Golosa Voluttuosità

Giochi di mano…

Siamo tant[i|e]
Nud[i|e]
Io da dietro [gli|le] appoggio il cazzo
[gli|le] [prendo il cazzo in mano e inizio a menarglielo|appoggio la mano sulla figa ed inizio a palpargliela]
Con l'altra mano accarezzo e graffio leggermente la pancia le chiappe la schiena,
Pizzico i capezzoli
Alla fine viene
Ed io pure

Caldi Umori Colano

VineriaNaturista

Solo il giorno dopo,
Al risveglio,
Mi son reso conto di quanto ero ubriaco!

Un luogo lussuriosamente
E rovinosamente
di Perdizione,
La vineria

Me ne sono immaginato
La versione… Naturista!

Ci sono ormai ristoranti,
A Parigi c'è addirittura un parco…
Se si stesse tutt[i|e] nud[i|e]
A chiacchierare
Sorseggiando vinello,
In un ambiente così… Caldo

Ah!

Biologicamente parlando

Gli uomini dovrebbero avere frequenti rapporti con singole femmine
E
Le donne rapporti meno frequenti multimaschio

Penso che il sesso tra amic[i|he] possa essere una buona pratica in grado di garantire il rispetto e la predominanza delle relazioni primarie (assicurando allo stesso tempo una complessità dei rapporti che favorisce il libero fluire delle energie vitali), la storia dello scambismo ne è un esempio, com'è d'esempio anche del fatto che la condivisione amorosa è una risposta vitale alla morte

Mi pulsa

Tra le gambe
Fantasticando
Senza vederti
Ma fantasticando
Guardandoti
Dà uno spessore succulento alle immagini pornoniriche…
Mo us fa quel cus pò

Tutto muta

La Morte… Tutto finisce

Meglio sarebbe: Tutto Muta

E allora, la vita?

Meglio Godere!

Lussuria, a me

… Dell'erotismo si può dire, innanzitutto, che esso è l'approvazione della vita fin dentro la morte.

… Ciò che nell'erotismo è in gioco è sempre lo sconvolgimento dell'ordine, della disciplina, dell'organizzazione individuale, di quelle forme sociali, regolari, sulle quali si basano i rapporti da persona a persona

Alla Bassona

i nostri corpi nudi

distesi sulla sabbia

io al tuo fianco
Lui all'altro

un'intimità lussuriosa

ammiccante

tattili insaziabili sensazioni

Caccia Grossa

questa sera ci avvinghieremo
nella ricerca
del cazzo che più t'ingolosisce

Arriva l'estate…

e io sarei pronto
a scoparmi il mondo
insieme a te

Porno

certo che, oh!
con tutta 'sta [provoc|stimol]azione…
mi sembra d'essere un sacco pieno di sborra,
ho la sensazione di dover sborrare da ogni poro;
mi piacerebbe essere leccato per tutto il giorno,
l e e e e e n t a m e n t e

Arrivo a casa

E Tu eri lì,
Con Lui.
Mi vieni incontro
Radiosa.
Rossetto sulle labbra
Maglietta bianca a maniche corte
Lunga gonna nera con grandi fiori colorati…
Unghie smaltate di rosso.
Mi segui
Provoxante
Sorridente
E io ne sono ammaliato
Estasiato

Le mani

Affogate nella tua figa bagnata
Mentre si chiacchiera amichevolmente con Lui
Sotto la tenda
In spiaggia

Ti sculaccerei

l e n t a m e n t e
a p p a s s i o n a t a m e n t e
i n e s o r a b i l m e n t e
… fino a che
Lui
non ti sborra in bocca;
Solo allora
T'infilerei il cazzo
Nella figa grondante di piacere

Non Dormo

Generose lingue
Leccano
Il mio corpo
Una scivolosa mareggiata
Mi rende smanioso

Senza Cerniera

In Paura di volare la Jong parla spesso di "scopata senza cerniera", quella fatta in un momento qualunque, con una persona sconosciuta, senza altro in testa che non sia il sesso

Se penso di guardarti mentre succhi il cazzo ad uno sconosciuto m'immagino che potrei venire anche senza toccarmi, solo leccandoti tutta

Hindi Zahra ha scritto:
Beautiful
Stranger
I want to lose my mind

Paesaggio Corporeo

L e n t a mente
Ti spalmerei tutto il corpo di olio

Profumo di lavanda e rosmarino

Poi ti accarezzerei ogni centimetro
Con il cazzo e i coglioni

L e n t a mente

L e n t a mente

L e n t a mente

… Estatica Esasperazione

Poi ti laverei tutta
Pisciandoti addosso
Taaanta… Plin Plin

Son qua che tesso

Nudo
A cazzo duro.
Mi piacerebbe non esser solo
A condividere questo momento.
Mi piacerebbe se fossimo un
Piccolo
Gruppo di amici…
Che si accarezzano l'esistenza

Gli guardavo i coglioni

Che occhieggiavano dal costume
E vedevo la tua mano impugnarglieli
Amorevolmente
L'altra mano gli accarezzava
Scivolosamente
Il cazzo
Turgido
Pulsante di piacere

Pisciami addosso!

M'immagino l'odore della tua bocca

riempita del Suo cazzo
e mi esplode il piacere
fuori dal perizoma…
Incontenibile

Ti osserverei,

lentamente,
avidamente,
mentre lecchi il cazzo…
a Lui

Ardo dal desiderio

di vederti nuotare in un primordiale mare di cazzi
grondanti sperma

Autore: SchiZo SchiZo

Email: schizo@autistici.org

Created: 2019-01-07 lun 13:10

Creato con Emacs 25.2.2 (Org mode 9.0.9)

Validate